La sacher è la prima torta che ho preparato in assoluto quando avevo 12 anni con la mia amica Claudia.

Ricordo che eravamo super entusiaste perché volevamo presentarla ad un concorso. Devo dire che il risultato, dopo un pomeriggio intero di duro lavoro, era anche esteticamente bello… Ma al momento dell’assaggio il giudice che tagliava la torta non era riuscito nemmeno a scalfire la torta con la lama del coltello. Insomma, un vero e proprio blocco di marmo marrone!

A ripensare a questa scenetta mi viene troppo da ridere, ma intanto, se siete alle prime armi vi consiglio di iniziare con qualcosa di più semplice!

Ingredienti:

  • 100 gr di mandorle
  • 100 gr di zucchero a velo
  • 150 gr di burro
  • 5 uova
  • 70 gr di farina
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 250 gr di marmellata di albicocche

Per la Glassa

  • 125 gr di cioccolato fondente
  • 75 gr di panna

Procedimento:

Per preparare la sacher, tritare finemente le mandorle e mescolarle con lo zucchero a velo, il burro fuso e 5 tuorli.

Montare gli albumi e tenerli da parte. Aggiungere con l’aiuto del setaccio la farina e il lievito.

Sciogliere il cioccolato con qualche cucchiaio di acqua e incorporarlo all’impasto.

In ultimo incorporare anche gli albumi montati a neve e versare il tutto in una teglia foderata di carta forno e far cuocere a 180° per 25 minuti.

Una volta che la torta sarà fredda, tagliarla a metà e farcirla con la marmellata di albicocche.

Sciogliere il cioccolato con la panna e con una paletta spalmare di cioccolato la superficie della torta ricoprendola interamente.

Far raffreddare la sacher e guarnire con un fiore o violette di zucchero, o se volete renderla più colorata con della frutta fresca, ad esempio lamponi o ribes.