Ramen di pollo: il ramen è un piatto tipico giapponese, anche se originariamente cinese. In Giappone esistono molteplici varianti di ramen a seconda della regione in cui ti trovi o del negozio in cui lo mangi. È un piatto molto saporito e gustoso, anche se non proprio semplice e veloce da realizzare!

Per questo nella mia versione ho  voluto semplificare e velocizzare il tutto, ed il risultato mi è comunque piaciuto moltissimo.

Ingredienti (per 2 persone):

  • 100 g di spaghetti di riso
  • 2 uova
  • Un cucchiaio di salsa di soia
  • 1 cipollotto
  • Uno spicchio di aglio
  • zenzero fresco q.b.
  • 1 cucchiaino di maizena
  • olio extravergine
  • sale

Per il brodo di pollo

  • ½ petto di pollo (270 g circa) oppure coscia e sovracoscia
  • Una carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla

Procedimento

Far lessare il pollo in una pentola di acqua insieme a carota, sedano e cipolla per circa mezz’ora.

Far rassodare le uova mettendole in acqua bollente per 10 minuti.

Filtrare il brodo. Rosolare in padella il petto di pollo con un po’ di olio, l’aglio e un cucchiaino di zenzero grattugiato. Basteranno pochi minuti per renderlo più saporito.

Salare.

Riportare a bollore il brodo filtrato. Mettere in una ciotolina la maizena e scioglierla con qualche cucchiaio di brodo in modo da ottenere una cremina senza grumi. Versarla nel brodo a bollore, mescolando velocemente, per addensarlo. Aggiungere anche la salsa di soia e una grattugiata di zenzero.

Cuocere gli spaghetti nel brodo e quando sono pronti assemblare il ramen nella ciotola. Versare il brodo con gli spaghetti.

Tagliare il pollo a tocchetti e unirlo al brodo posizionandolo su un lato. Tagliare l’uovo sodo e immergere nel brodo anche quello in modo che sia visibile.

Completare con qualche anello di cipollotto crudo e la parte verde del cipollotto tritata.

Servire ben caldo. Secondo la tradizione giapponese andrebbe consumato in 8 minuti, per evitare che la pasta scuocia.