I cantucci

Questa ricetta me l’ha data Fabio. Un vero evento. I cantucci sono, infatti, la sua passione e quando mio marito va matto per qualcosa si cimenta pure ai fornelli. “Boni i tozzetti”, ripete sempre mentre se li mangia con il caffé. Io li preferisco nella maniera classica, con il vin santo. Anche se ringrazio la mia amica Cristina Pistocchi che mi ha consigliato una nuova versione per gustare questi biscottini: la crema pasticcera. Provate a servirli con una scodellina di crema. Una vera delizia

ingredienti

250 gr. di farina 00
150 gr. di zucchero
50 gr. burro
2 uova
100 gr. di mandorle
1 vanillina

preparazione

Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere il burro sciolto e le mandorle intere. Unire anche la farina poco per volta, la vanillina e un pizzico di sale. Mescolare prima con il cucchiaio e poi con le mani, rovesciando l’impasto sul piano di lavoro. Se risulta troppo molle e appiccicoso aggiungere ancora un po’ di farina. Poi dividere l’impasto formando dei rotoli grandi e disporli su una placca foderata di carta forno. Cuocere a 180° per 20’. Toglierli dal forno e tagliarli obliquamente in modo da ottenere i tipici cantucci. Rimettere i biscottini ancora per 5’ in forno ventilato a 200° per farli scurire e renderli ancora più croccanti.